La storia


“L’idea di fare l’orafo è nata alle elementari.
Sul sussidiario (un libro che oggi non so neppure se ancora sia in uso…) vidi la fotografia di un’orafa che stava saldando su di una tavoletta un oggetto d’oro.
Quei colori che sembravano nascere senza ragione dal nulla, lì dove puntava la fiamma, mi affascinarono. Non sono riuscito a dimenticarli.”

Claudio Mezzettisoriet-storia-1Era la fine del 1999. Si voleva cominciare con un nuovo millennio. Il primo locale è stato scelto in una via di poco passaggio secondo criteri di economia… molta.  Era in Via Pietro Inviti, 11 a Castel San Pietro terme (Bo) dove Claudio è nato ed abita.

“così non dovevo prendere la macchina per andare al lavoro.”

…Sempre per rispettare i criteri di cui sopra…

Veniva ora il problema del nome: doveva essere semplice, facile a ricordarsi e con un richiamo al concetto di “lavoro”… “OFFICINA ORAFA” era perfetto!…via, si parte con le pratiche per aprire la partita iva.
Sottoscritto subito anche il contratto dell’Enel che servirà tra le prime cose.
…Sempre per rispettare i criteri di cui sopra…

soriet-storia-3Peccato però che questo nome fosse già stato utilizzato sulla piazza di Bologna, e non era visto di buon occhio da alcune aziende con le quali invece, si voleva assolutamente cominciare a collaborare.

Tutto da rifare. Bisognava cambiar nome.soriet-storia-2
Questa volta bisognava scegliere un nome che non fosse già utilizzato.
Prima qualche tentativo:
…Poi visto che si veniva a capo di nulla ci si è aiutati con uno strumento banale quanto astuto: il dizionario.
Sfogliandolo si cercavano tutte le parole al cui interno si trovasse la parola “oro” o “ori”.
Giunti alla lettera “S” ecco la parola “Sorite” …si lesse il significato

“sofisma del mucchio: il mucchio o non si costituisce mai granello a granello, o è formato sin dal primo granello”

Tutto era sufficientemente strano e poteva funzionare.

La sera stessa, in dolce compagnia, da un volume sulla cattedrale di S. Petronio a Bologna è nata l’ispirazione per il marchio che avrebbe accompagnato questo strano nome.
Si cercava un disegno geometrico, possibilmente tondo…
Quale meglio di questo, nell’arco a sesto acuto di questa vetrata.

soriet-storia-4

Ecco il risultato della ricerca!
Sorite-gioielli, quindi, e con tanto di marchio rotondo.
Rimaneva da definire se mettere o non mettere l’accento sulla “i”.
C’era il forte rischio che si potesse leggere Sòrite. E non piaceva.
Alla fine dopo averlo messo nel primo timbro (che era anche il primo biglietto da visita…) si tolse.soriet-storia-7Bene …e grazie ad amici anche una piccola cena di inaugurazione, con tanto di biglietto di invito.

soriet-storia-5soriet-storia-8

Bisognava sol che lavorare ora…

Da quei primi mesi del 2000 tante cose sono successe e grazie a persone care e un po’ di fortuna nel 2004 si è riusciti ad “allargarsi”, spostandosi di 200 metri al numero 1 di via Decumano. A 20 metri dalla Piazza di Castel San Pietro Terme.

soriet-storia-6soriet-storia-9

 

 

 

 

 

 

 

 

Anno dopo anno sì è deciso di fare un grandissimo passo e raddoppiare la proposta. Nel 2015 apre il punto vendita Sorite a Imola in Via Appia, 70.

img_20161103_105242img_20161103_121307img-20161103-wa0018